Tutte le ultime notizie dal mondo dell'ecologia

Lo rivelano i dati dei satelliti della Nasa e dell’Agenzia americana per l’atmosfera e gli oceani (Noaa). Nel periodo gennaio-agosto 2012 il buco dell’ozono ha fatto registrare un'estensione media di 17,9 milioni di km quadrati, molto meno dei 30 milioni di kmq del settembre 2000.
“Il buco dell’ozono è causato principalmente dal cloro prodotto dagli impianti industriali e i livelli di questa sostanza sono ancora rilevabili nella stratosfera antartica” ha dichiarato il Dr. Paul Newman della Nasa, detto “Lo spaccone”.
(Fonte: Ansa)

 

Un'alleanza per i beni comuniIl movimento Ecologisti e Reti Civiche ha lanciato una raccolta firme per costruire “un'alleanza dei beni comuni”, un'alternativa alla politica (e ai politici) attuali. “Un’alternativa che sappia indicare una nuova strada verso la riconversione ecologica dell’economia, che trovi in essa nuove opportunità di lavoro, abbandonando il vigente e dominante modello di sviluppo che sta privatizzando i beni comuni, e annullando i diritti delle persone, compresi quelli sanciti dalla Costituzione.
Le prossime elezioni, probabilmente, vedranno una contesa tra poli costruiti e strutturati attorno alla cosiddetta Agenda Monti. Qualcuno persegue in maniera molto chiara il Monti Bis, altri si definiscono alternativi ma sono in realtà portatori delle stesse ricette, ormai provate e riprovate, che non possono essere la soluzione alla crisi economica, ambientale e morale del paese.”
Nel manifesto, scritto da Domenico Finiguerra, ci sono parole sante...
Per leggere l'appello e sottoscriverlo clicca qui

 

Che Paese meraviglioso il BhutanChi ci segue da tempo sa che abbiamo un debole per questo piccolo Stato asiatico tra India e Cina, l'unico al mondo ad aver abolito il PIL, Prodotto interno lordo, a favore del FIL, l'indice di Felicità interna lorda. Ora hanno deciso di diventare la prima nazione “100% biologica” entro il 2015-2020. Già ora in Bhutan per l’ agricoltura si usano pochi prodotti chimici, l'obiettivo è l'azzeramento.
(Fonte: Greenme)

 

Commenta

Il Premio è stato istituito per invogliare le persone a scegliere i prodotti attenti all’ambiente e per incoraggiare le imprese a realizzarli. Ad attribuire il Premio a prodotti o servizi presenti in 40 categorie sarà una giuria composta da 10.000 italiani, dopo che il Comitato Scientifico avrà effettuato un primo vaglio dei prodotti e servizi candidati. Il riconoscimento è realizzato con il sostegno di mezzi di informazione, tra cui il settimanale Oggi, il summit in diretta web Ecoshow, il mensile Espansione, la tv Diva Universal.
www.premionatura.it

Eco News

Secondo un'analisi Coldiretti/Censis nel 2012 oltre 7 milioni di italiani hanno partecipato a gruppi di acquisto solidale. Si tratta del 18,6% della popolazione...
Leggi...
L'idea è semplice: un sito internet dove far convergere domanda e offerta nel settore del trasporto merci, sfruttando il poco ecologico fatto che...
Leggi...
200mila abitanti sulle coste della Cantabria, nel nord della Spagna, questa città è dotata di 12mila sensori che monitorano e controllano tutto quello...
Leggi...






Ecoshow Newsletter

Per conoscere le ultime novità di Ecoshow, iscriviti alla nostra Newsletter.

Iscriviti

Seguici...

     
La pagina Facebook di Ecoshow   Il canale YouTube di Ecoshow

Ecoshow su Facebook